• Current

DEBUTTO NAZIONALE 20 LUGLIO 2017 

Festa del Teatro, San Miniato

 

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 15 DICEMBRE 2015

Teatro Fontana, Milano

 PREMIO ANCT 2016 / SPETTACOLO FINALISTA PREMIO HYSTRIO TWISTER 2016

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 10 GIUGNO 2017

Teatro Fontana, Milano

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 5 giugno 2018 –Milano-Teatro Fontana 

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 10 GIUGNO 2016

Teatro Fontana, Milano

Informazioni aggiuntive

IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI DA PARTE DEI TURCHI DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE, NELLE PAROLE DI ANTONIA ARSLAN

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 15 NOVEMBRE 2016

Teatro Fontana, Milano

Informazioni aggiuntive

 

 

Informazioni aggiuntive

Informazioni aggiuntive

DEBUTTO NAZIONALE 6 AGOSTO 2016 – CIMITERO MILITARE GERMANICO DEL PASSO DELLA FUTA – FIRENZUOLA (FI)

Informazioni aggiuntive

Le intellettuali (titolo originale Les femmes savantes) furono date per la prima volta a Parigi, al Palais Royal, l'11 marzo 1672. La scena si svolge in una “casa”, quella del ricco borghese Crisalo.

Informazioni aggiuntive

Platonov è uno dei primi testi di Anton Cechov che anticipa, attraverso le vicende del suo protagonista e della società in “equilibrio precario” che lo circonda, i grandi temi dei suoi drammi della maturità. Lo spettacolo de Il Mulino di Amleto nasce dal desiderio di creare un corto-circuito tra le parole di Cechov e la ricerca di un rapporto intimo tra attori e spettatori che racconti la fragilità della vita umana.

Informazioni aggiuntive

"In scena ci siamo, manco a dirlo, noi con le nostre nevrosi, dipendenze o manie. Perché davanti agli scaffali del supermercato ci riveliamo neppure fossimo sulla poltrona dello psicanalista."

Vincenzo Sardelli, klpteatro.it

Informazioni aggiuntive

Il nuovo spettacolo di Gennaro Cannavacciuolo

Informazioni aggiuntive

Scritta nel 1919, L'uomo,la bestia e la virtù, derivante dalla novella Richiamo all'obbligoè una commedia molto particolare all'interno dell'opera teatrale pirandelliana.

Informazioni aggiuntive

Il piacere dell’onestà (1917) trae ispirazione, come spesso accade nelle opere teatrali di Pirandello,  da una sua novella, in questo caso Tirocinio (1905). È un testo fondamentale nella storia della sua drammaturgia; vi troviamo infatti la prima espressione compiuta di quella serie di “uomini soli” che attraversano i punti più alti della sua creatività, e dall’altro ritroviamo uno dei miti centrali dell’ideologia pirandelliana, quello della maternità.

Informazioni aggiuntive

Il primo titolo che l’autore aveva scelto per Memorie del sottosuolo era Confessione.

Ed effettivamente si tratta di una vera e propria confessione. E nella confessione dell’uomo del sottosuolo colpisce innanzitutto l’estrema e acuta dialogizzazione interiore: in essa non vi è letteralmente una sola parola monologicamente ferma, non disgregata. Sin dalla prima fase il discorso del personaggio comincia a contorcersi, a spezzarsi sotto l’influenza dell’anticipata parola altrui, con la quale l’autore fin dal primo momento entra in una tesissima polemica interna.

Informazioni aggiuntive

È la storia mai raccontata di due personaggi minori dell’Amleto, ai quali Tom Stoppard concede una seconda vita. Una possibilità di riscatto senza speranza, però, perché il loro destino è già stato scritto 500 anni fa da Shakespeare e possono solo recitarlo di nuovo, anche se, questa volta, da protagonisti. 

Informazioni aggiuntive

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.